×
Le 5LB Articoli Malattie Cancro Tabelle Download Consulenze Telegram Filmati Youtube

Attivazioni Biologiche

•••

Benvenuti in Attivazioni Biologiche  

5LB e non solo



La Matrioska della Natura

15 11 2021
Nel mio incessante cercare di capire la meraviglia della Natura, non ho un particolare interesse per il sapere come è fatto un organismo vivente - quello è già stato descritto fin nelle particelle sub-atomiche e basta solo acquistare un buon libro di biologia - quanto per il sapere il perché un organismo è fatto in quel modo, quali sono state le ragioni biologiche tese a far sì che fosse costruito in quel modo. In questo articolo mi limito al prendere in considerazione l'essere umano e ad illustrare quali possano essere state le ragioni di cui sopra.
Le mie argomentazioni sono solo teoriche, necessitanti eventualmente di verifica e discussione, quindi prendetele per quello che sono: vaneggiamenti di un anziano.
La domanda che mi sono fatto all'inizio è stata: Perché tre foglietti embrionali?
La Natura avrebbe potuto creare l'individuo, nel corso dei milioni di anni, a partire da una unica materia, gestita da un cervello unico e non settorializzato, il tutto alimentato da una unica forma di energia...e invece no. La Natura ha inteso complicare le cose?
Vediamo se riesco a spiegarmi.
Faccio un esempio.
Prendiamo tre statuette di terracotta:

  • una fatta di sola terracotta;
  • una fatta di terracotta e con un'anima di metallo;
  • una fatta di terracotta, con un'anima di metallo ed uno strato di plastica che la avvolge completamente, sigillandola.

Minimo stimolo

31 10 2021
La relazione tra lo stimolo ricevuto da un organismo vivente e la conseguente risposta è un elemento fondamentale per la comprensione della dinamica profonda di un organismo.
[Quando si fanno i corsi sulle 5LB si tende a indicare lo shock biologico come qualcosa di catastrofico, o per lo meno le persone possono essere tentate di figurarsi qualcosa di apocalittico, ma di fatto ed in moltissimi casi lo stimolo non è stato affatto drammatico in queste proporzioni. La magnitudo con cui la persona vive quell'evento non è proporzionale alla devastazione globale di esso, ma da ciò che la persona ha percepito. Come si vedrà nel corso dell'articolo, l'effetto drammatico è dato da uno stimolo abbastanza basso e dal fatto che entra in risonanza - in fase - con le oscillazioni di quella specifica persona in quello specifico istante, ma anche in relazione ad eventi e situazioni protese nel tempo.]
Le terapie convenzionali, sia mediche che psicologiche, si fondano, anche se in modo non sempre consapevole, sull'opinione che la risposta di un organismo vivente sia proporzionale allo stimolo ricevuto. Questo fatto è visibile ad esempio nella attitudine della medicina convenzionale a proposito dell'azione dei campi elettromagnetici sugli organismi viventi. Questa azione è considerata trascurabile poiché l'intensità di questi campi è comunemente al di sotto di certi livelli minimi. Allo stesso modo perché gli psicologi comportamentisti trascurano l'importanza dei sentimenti sottili? In un notevole numero di approcci al lavoro sul corpo esiste la prassi di, come si suole dire, "darci dentro", cioè di costringere il corpo, in particolare il suo apparato muscolare, ad un duro lavoro, considerato "conditio sine qua non" per ottenere un risultato.

Approccio terapeutico

24 10 2021
La prima cosa che chiediamo ai nostri pazienti, dopo i loro dati personali, è «Come posso aiutarla?»
Questa è una domanda che di solito lascia sorpresi coloro che ci consultano. Vengono da noi con una serie di immagini radiologiche, test di laboratorio e i propri sintomi, che li portano a considerare che qualcosa non va nella loro salute, ma senza sapere da dove cominciare.
È molto comune che le persone, che sono già state da diversi medici ed eseguito trattamenti, vengano nel nostro studio e, di fronte alla continuità o all'aggravamento della loro malattia, decidono di provare qualcosa senza sapere bene cosa sia.
Uno dei comportamenti più comuni è quello di mettere sulla scrivania la TAC, prima che glielo chiediamo, come se fosse una diagnosi iridologica o una garanzia che provi la nostra idoneità come professionisti.
Mettiamo attentamente da parte la TAC e chiediamo di nuovo, questa volta con un tono più diretto: «Qual è il motivo della sua visita?»
A questa insistenza, il paziente di solito comincia a parlare, a raccontare la storia della sua malattia. Molti fanno annotazioni metodiche sui loro trattamenti e diagnosi, mostrando quanto tutto sia stato accurato, sotto l'occhio vigile del marito o della moglie, che di tanto in tanto annuiscono o rettificano le loro parole.

Focolaio di Hamer

18 10 2021
Uno dei dogmi più sacrosanti della medicina classica è quello dei famosi tumori cerebrali.
L'origine di questo grande errore è il principio monoclonale del cancro, della proliferazione assurda e disordinata, incontrollata e irrazionale di cellule anarchiche che provengono da una cellula perduta, "trasformata". Sebbene non sia mai stata fornita alcuna prova, questo dogma implica anche che una parte delle cellule anarchiche si diffonda per via ematica ad altri organi dove formano colonie, tumori figli, detti "metastasi", parola greca che significa "cambio di casa".

Da questo punto di vista, affinché le cellule tumorali possano guadagnare territori remoti nuotando, sarebbero costrette a percorrere la via vascolare arteriosa, poiché nel sistema venoso e linfatico, sangue e linfa circolano dalla periferia al centro, cioè , verso il cuore e non verso la periferia. Attraverso il circolo venoso vengono giustificate le metastasi polmonari, dato che tutto il sangue venoso viene spinto ai polmoni per l'ossigenazione. Migliaia di test sono stati eseguiti invano cercando di trovare cellule cancerose nel sangue arterioso; a parte il caso di interventi chirurgici, non sono mai state trovate. Le cellule del sangue sono state filtrate senza trovare cellule cancerose.
Secondo questo primo dogma, tutti i carcinomi cosiddetti "secondari" sono considerati metastasi di un cancro preesistente, chiamato "cancro primitivo", che porta dogmaticamente ad ammettere le trasformazioni più fantastiche, le "metamorfosi" delle cellule cancerose. Ad esempio: Un carcinoma del tessuto epiteliale (pavimentoso), che deriva dall'Ectoderma, si trasformerebbe in un adenocarcinoma, cancro del tessuto ghiandolare derivato dall'Endoderma e viceversa (un carcinoma bronchiale che si delocalizza al fegato).

Evoluzione 1 e 2

13 10 2021
In questo articolo tratteremo di evoluzione del genere umano; di come l'uomo è passato dalla posizione quadrupede a quella eretta e il perché; di come la femmina umana ha sviluppato il proprio corpo ed il proprio comportamento; di come l'uomo sia passato dal vivere in modo solitario al cacciare in gruppo; del perché si è passati dalla poligamia alla monogamia.
Scopriremo il ruolo del "vantaggio evolutivo" e delle ragioni che hanno spinto l'uomo a differenziarsi dai primati.
Scopriremo il ruolo del linguaggio nell'evoluzione sociale e nella genesi dei conflitti biologici.
Tratteremo di paura, dei meccanismi cerebrali che la gestiscono, del ruolo dell'amigdala nella gestione emotiva e dell'ippocampo nella gestione e funzionamento della memoria.

1. Evoluzione 1

L'evoluzione ha un concetto economico della vita. Usa ciò che ha già, prende ciò che funziona e scarta ciò che è inutile. Non si ricomincia mai da zero. Ottiene il massimo da ciò che è rimasto. Come una madre, prende ciò che “rimane” dal pasto di mezzogiorno per farne qualcosa che "lo ricorda" ma non è lo stesso.
Le portiamo con noi. A volte ci sono di grande aiuto e a volte possono essere una seccatura.

Agorafobia

07 10 2021
La parola Agorafobia deriva dal greco AGORA (che significa pubblica piazza) e PHOBUS (paura). Si tratta di panico della folla e degli spazi aperti. È fortemente agganciato alla paura inconscia della morte. La persona che soffre di questo disturbo potrebbe essere dipendente sul piano affettivo e non aver tagliato il cordone ombelicale con la figura materna.
Secondo le 5LB
  • Foglietto embrionario: Ectoderma
  • Senso biologico: Risposta ad una conflittualità vissuta nella fase gestazionale, in cui il vissuto della madre o del clan era quello di "Uscire è pericoloso, occorre rimanere protetti". È una ragione di costante tensione. Il conflitto di paura frontale e in fase attiva permanente.
  • Conflitto: Conflitto di paura frontale vissuto in grembo alla madre. L'ambiente familiare o del clan era od è conflittuale e pericoloso.
    Conflitto di protezione per cui la persona evita costantemente di perdere il controllo della situazione. "Non mi metto in questa situazione che non posso controllare!", "Se succede questa cosa, non so come uscirne e non mi aiuterà nessuno" Conflitto di paura della morte determinata dal freddo (memorie transgenerazionali).

Aborto spontaneo

30 09 2021

L'Aborto spontaneo o Parto Falso, è l'espulsione del feto prima dei 6.5 mesi di gravidanza. Dopo questo termine, del tutto arbitrario, l'espulsione del feto viene definito Parto prematuro.

Biodecodificazione
Tratto da DICCIONARIO BIOEMOCIONAL
  • Foglietto embrionale: Endoderma.
  • Senso biologico: Un aborto è una questione inconscia legata alla sopravvivenza. Non si può proseguire nella gravidanza per la percezione che questa possa essere pericolosa per la vita della mamma, o del bimbo o di entrambi.
  • Conflitto: Paura di morire (la madre o il bimbo). Percezione angosciosa che il nuovo nato alteri fatalmente il futuro della madre.
    Timore di non essere una buona madre o che il bimbo possa nascere malato o malformato o vivere in condizioni che gli possano causare gravi sofferenze.
    Sarebbe importante indagare nell'albero generazionale alla ricerca di aborti, bimbi nati morti o morti appena dopo il parto. Ma anche storie di grandi difficoltà per la madre dopo il parto o durante la gravidanza.

Dedicato a...

Questo sito è dedicato a chi è sufficientemente curioso e in grado di mettere in discussione quello che sa.
Requisiti raccomandati:
  • capacità di ricezione;
  • pazienza (gli argomenti possono essere lunghi e articolati);
  • apertura mentale;
  • uscire dal giudizio e dalle dicotomie buono/cattivo, giusto/sbagliato, che sono concetti che in Biologia non esistono;
  • uscire dalla mentalità bellica nei riguardi della malattia;
  • uscire dall'antropocentrismo fallace, per scegliere la visione sistemica, per osservare il tutto in una armonia sublime;
  • disporsi a NON credere, ma a ricercare il senso biologico, a verificare attraverso osservazione ed esperienza.

Libri - Scopri il tuo sintomo...

Scopri il tuo sintomo... Questo libro è dedicato a chi conosce le 5 Leggi Biologiche, ne conosce i principi e il campo di applicazione. Non è utile e addirittura dannosa a chi non ha alcuna conoscenza al riguardo. Per conoscere le 5LB rimando il lettore a questa pagina.
Ogni individuo è unico e irripetibile, quindi mai si devono considerare le informazioni riportate come valide per tutti a prescindere. Non si adatta la persona all'informazione, ma l'informazione alla persona.

Agire, Reagire, Scappare & Co.

21 09 2021
Sulle manifestazioni dell'umana esistenza si possono dire tante cose ed in questo articolo voglio enfatizzare quanto le riguarda.

1. Agire
Dal latino "agère" = "spingere", e poi "fare, compiere un'azione".
Fare, operare in genere. Permette di accedere al concetto di Azione (dal latino actio, participio passato di "agire"). Operare, espressione e manifestazione della volontà; atto, attività.
L'azione, che è il risultato dell'agire, è frutto di qualcosa che nasce nell'individuo ma che non è determinata da un evento esterno al quale rispondere. L'azione è di per se', indipendente dall'ambiente esterno. Dipingere un quadro, scrivere una canzone o andare a fare una passeggiata, non sono azioni scaturite da qualcosa che minaccia l'individuo o che lo ha in qualche modo offeso, come avviene invece nella reazione. L'azione nasce da dentro l'individuo in risposta ai suoi bisogni personali.
L'agire risponde a emozioni e sentimenti, che sappiamo essere eventi psico-biologici, che riguardano l'ambiente interno dell'individuo e porta al compimento di una funzione biologica. In Natura non esiste l'agire per non fare, non è prevista l'azione per il non ottenere qualcosa. Un albero di pesche non agisce per non produrre le pesche; lui è sempre orientato a produrle se esistono le condizioni per farlo, ma non fa nulla per non produrle. In altri termini se l'azione viene computa, è per ottenere un risultato a favore dell'individuo nello specifico e per la vita in generale. Esempio lampante è l'atto sessuale. È effettuato per il soddisfacimento del bisogno di piacere dell'individuo, ma risponde anche al bisogno di prosecuzione della vita.

La mia visione nel collegare le leggi della mia vita

13 09 2021
Caro Giorgio,
Come ti raccontavo al telefono qualche tempo fa, nel 2018 concludevo la stesura di un elaborato che mi permetteva di portare a conclusione la mia titolazione di "facilitatrice" di Biodanza.
All'interno di questo scritto scelsi di includere una parte importante del mio percorso di crescita: insieme alla Biodanza e ai suoi effetti positivi di cui continuo a godere, riportai ciò che fu così essenziale nella mia personale ricerca: l'incontro con la conoscenza e lo studio delle leggi biologiche portate alla luce dal dottor Hamer.
Praticavo Biodanza già da qualche tempo, senza comprenderne i meccanismi di azione e questa magica disciplina mi stava via via portando a prendere più padronanza del mio corpo e del mio mondo emotivo e a riconoscerne i miei desideri profondi.
Nel 2008 mi fu consigliato da una cara amica la lettura di un libretto di poche pagine dove venivano enunciate le 5 leggi biologiche; lo lessi e non ne compresi proprio nulla, anzi fu così di difficile interpretazione che pensai non fosse cosa per me!
Solo 2 anni più tardi partecipai ad una conferenza del dottor Danilo Toneguzzi e poche sue iniziali parole mi riportarono alla memoria quelle pagine mai comprese. Dopo quell'incontro si aprì una vera e propria illuminazione.

Covid e Peste emotiva

10 09 2021
Tratto dall'articolo "PESTE EMOZIONALE E IMMAGINARIO SOCIALE IN WILHELM REICH"

Mi ero promesso che della farsa del Covid non ne avrei più parlato in questo sito, ma dato che mi sto interessando ad un autore e scienziato vilipeso, incarcerato e poi ucciso che si chiama Wilhelm Reich, ed avendo riscontrato che un suo studio su carattere ed abitudine comportamentale ricalca ESATTAMENTE ciò a cui stiamo assistendo inermi e compiaciuti, mi corre il dovere morale, civico ed educativo, di tornare sull'argomento Covid 19 e manipolazione sociale.

Wilhelm Reich era un medico, uno psichiatra, uno scienziato ed un inventore che la società euro-americana prima, la politica, la pseudo-scienza e la paura poi, hanno costretto a vivere in fuga, per poi essere incarcerato e infine ucciso alla fine degli anni '50.
Tra i tanti argomenti che lo riguardano, uno in particolare mi ha interessato e di cui voglio parlare: la Peste emotiva, associazione di parole che fece lo stesso Reich quando pubblicò il libro "L'analisi caratteriale" del 1933.
Tiro fuori questo argomento proprio ora perché credo che la Peste emotiva stia regnando nella nostra umanità proprio ora, come aveva regnato negli anni tra le due guerre mondiali e che si è esaurita a colpi di cannone e bombe atomiche nel 1945.
Come per le molte ondate endemiche avvenute in passato, ora è giunta questa nuova ondata e credo sia utile parlarne.

La Depressione (L'Ombra)

09 09 2021
Le ragioni, i segni, le finalità della depressione, di quel mal di vivere.
Malgrado i suoi segni così tristi e invalidanti, la depressione ha ragioni biologiche che non possono essere distaccate dalle ragioni relazionali, sociali, percettive ed emotive ed in questo video parlo anche della mia esperienza diretta.
Un video che vuole essere uno spunto di riflessione per chi è colpito dalla depressione e vuole trovare aiuto in se', per se'.
Buona visione

Epifisi o Pineale

05 09 2021
La ghiandola pineale, o epifisi cerebrale, è una piccola ghiandola endocrina presente nel cervello della maggior parte dei vertebrati. La ghiandola pineale produce melatonina, un derivato della serotonina che modula i ritmi del sonno sia circadiani che stagionali. Si trova nell'epitalamo, vicino al centro del cervello, tra i due emisferi, nascosta in un solco dove si uniscono le due metà del talamo.
I risultati di varie ricerche scientifiche in biologia evolutiva, neuroanatomia comparata e neurofisiologia hanno spiegato la storia evolutiva (filogenesi) della ghiandola pineale in diverse specie di vertebrati. Dal punto di vista dell'evoluzione biologica, la ghiandola pineale è una sorta di fotorecettore atrofizzato. Nell'epitalamo di alcune specie di anfibi e rettili, è collegato ad un organo sensibile alla luce, noto come occhio parietale, che è anche chiamato l'occhio pineale o terzo occhio.
Cartesio (René Descartes) credeva che fosse la "sede principale dell'anima".

Psicosi Maniaco-Depressiva

01 09 2021
La Psicosi Maniaco-depressiva secondo le 5 leggi biologiche di Hamer è un disturbo dello stato d'animo che alterna episodi di mania o euforia a depressione. Il soggetto passa rapidamente dall'allegria alla tristezza.
Dietro a questo malessere c'è sempre una storia famigliare (transgenerazionale) mal trasmessa che produce forte stress nell'inconscio del ricevente. Questo porta la persona a vivere situazioni a grande impatto emozionale e ad avere la necessità di "disconnettere" certe funzioni.
Il disturbo è innescato da una neutralizzazione ormonale insieme a due conflitti di territorio attivi (uno in ogni emisfero), oppure uno è in fase attiva e l'altro in riparazione (crisi epilettoide). Nella fase Depressiva è coinvolto l'emisfero destro in un conflitto attivo di territorio vissuto al maschile, cioè sentito di perdita di spazio o di impossibilità di riprodursi, il che rappresenta la morte.
Nella fase Maniacale è coinvolto l'emisfero sinistro in un conflitto attivo di territorio vissuto al femminile, relazionato con l'identità (deliri di grandezza).


This webpage was created with Bluefish HTML Editor, published with Filezilla on NomadBSD system.
Use free and open source software.
Free the World!
Se ritieni che il mio lavoro abbia un valore, puoi contribuire con una piccola donazione Paypal
A proposito di...
A proposito di...
Bio-Pedia Humana
Bio-Pedia Humana