Salta il menu

Attivazioni Biologiche
5 Leggi Biologiche e non solo!

Cancro della mammella

Articolo originale - Traduzione e adattamento di Giorgio Beltrammi

La Nuova Medicina Germanica (NMG) è stata scoperta dal medico internista tedesco Dr. Ryke Geerd Hamer che, negli ultimi venti anni, ci ha fornito una innovativa ricerca circa l'origine, lo sviluppo e la guarigione delle malattie.

Per capire la vera natura del tumore alla mammella, vi introdurrò ai principi di base della NMG.
Ciò che il Dr. Hamer ha trovato è che ogni malattia inizia con una esperienza di shock che coglie alla sprovvista la persona. Ha chiamato un tale evento inaspettato DHS (sindrome di Dirk Hamer), dal nome del figlio Dirk la cui improvvisa tragica morte ha avviato proprio un cancro nel Dr. Hamer.
Un evento imprevisto non sempre deve essere spettacolare. Si può semplicemente essere attivato quando abbiamo fallito un esame importante o quando qualcuno ci colpisce con un duro rimprovero. È importante capire che una DHS è molto diversa da un problema psicologico. Una DHS è un evento biologico che non solo si verifica nella psiche ma contemporaneamente nel cervello e su un organo.
Nel momento in cui soffriamo una DHS, lo shock conflittuale incide su una determinata area cerebrale che causa una lesione che è chiaramente visibile alla scansione cerebrale come una serie di anelli concentrici. Poiché ciascuna area nel cervello è collegato ad un organo particolare, la posizione della lesione cerebrale determina quale organo sarà interessato. In altre parole: specifici conflitti biologici causano risposte fisiche specifiche del corpo, come il cancro, il diabete, l'asma, le malattie cardiache, ecc.
Sulla base della nostra conoscenza dell'evoluzione dell'uomo, il dottor Hamer ha scoperto che queste risposte sono state programmate nel nostro cervello come risultato di un processo di adattamento biologico, che ha avuto luogo nel corso di milioni di anni. Dal momento che ogni essere umano nasce con queste antichi programmi, la NMG si riferisce a loro come "programmi speciali biologici e sensati della Natura", in netta opposizione al termine "malattia" che implica un disturbo e problemi di funzionamento dell'organismo.

Secondo le scoperte del ​​dottor Hamer, ogni programma biologico ("malattia") viene eseguito in due fasi, a condizione che vi sia una soluzione al conflitto. Voglio illustrare queste due fasi di sviluppo con l'esempio del cancro alla mammella.
Una donna sta camminando sul marciapiede con il suo bambino. All'improvviso, il bambino corre in strada e viene investito da un'auto. Naturalmente la madre è nel panico più totale. Soffre, in termini biologici, un "un conflitto di preoccupazione madre-figlio" e immediatamente il programma speciale è attivato per questo conflitto particolare. Con lo shock il conflitto entra nella prima fase, la fase di conflitto attivo, con sintomi ben definiti: mentalmente lei è totalmente preoccupata per quello che è successo, non riesce a dormire, non riesce a mangiare, le mani e i piedi sono freddi - è il motivo per cui la fase di conflitto attivo è anche chiamata 'fase fredda'.
Se la donna è destrimane, il conflitto avrà un impatto sul lato destro del cervelletto (vecchio cervello) nella zona che controlla le ghiandole mammarie nel suo seno sinistro. Se il "conflitto di preoccupazione" fosse stato a carico del partner, avrebbe subito conseguenze il seno destro. Le donne mancine hanno una situazione invertita. Poiché il cervello gioca un ruolo integrante nella NMG, la lateralità è un fattore decisivo.

Nel momento in cui il conflitto coinvolge il cervello, le cellule cerebrali colpite inviano un comando alle cellule del corpo corrispondenti, per stimolare la produzione di cellule specializzate, della ghiandola mammaria, a produrre più latte per il bambino malato. Anche se la donna non è in allattamento, l'evento attiva ancora l'insorgenza di questa risposta come ha fatto così nel corso di milioni di anni. Fino a quando la madre è in conflitto attivo, le cellule del seno continueranno a moltiplicarsi, formando un "tumore ghiandolare della mammella".
Analizzando sistematicamente centinaia di scansioni del cervello di pazienti affette da cancro alla mammella, il dottor Hamer ha chiaramente stabilito che il cancro delle ghiandole mammarie ha sempre a che fare con preoccupazioni o questioni all'interno di quello che una donna considera il suo "nido", ad esempio la sua casa, i suoi figli, il suo compagno, il suo animale domestico, il suo posto di lavoro.

Con la risoluzione del conflitto, quando il bambino sta di nuovo bene, ha inizio la seconda fase. Nella fase di guarigione la donna sarà molto stanca, il suo appetito tornerà, le mani e i piedi si scalderanno di nuovo - è per questo che la fase di guarigione è anche chiamata 'fase calda'. Purtroppo questa è anche la fase in cui la paziente sviluppa infiammazione, febbre, infezione e potrebbe provare dolore. Nel organo vediamo anche un cambiamento istantaneo: con il bambino sano e salvo, non c'è motivo di produrre più queste preziose cellule della ghiandola mammaria. Il tumore si arresta immediatamente nella crescita e le cellule ora superflue saranno decomposte con l'ausilio di speciali batteri che sono in standby in attesa di svolgere questo compito. Dal momento che i microbi sono così indispensabili per la nostra sopravvivenza, anche i loro diversi incarichi sono stati programmati nel cervello che controlla ora le loro numerose attività del nostro corpo.
La NMG rifiuta la visione standard che i microbi sono nostri nemici e che vogliono a tutti i costi distruggerci. Al contrario, data la consolidata coesistenza dell'uomo con i microbi, questi sono identificati come i nostri aiutanti fedeli che mantengono i nostri organi e i nostri tessuti.

Mentre le ghiandole mammarie sono colpite quando una donna subisce un "conflitto del nido madre-bambino", i dotti galattofori reagiscono quando vi è un conflitto di separazione, per esempio se il suo bambino, o la madre, o il suo partner sono stati "strappati dal suo seno". Poiché i dotti galattofori sono controllati dalla corteccia sensoriale nel cervello (neo corteccia), il tessuto risponderà diversamente: durante la fase di conflitto attivo, i canali del latte mostrano piccole ulcere con il fine biologico di ampliare il diametro dei condotti per aiutare l'uscita del latte che non è più necessario. Non appena il conflitto viene risolto il tessuto ulcerato sarà ripristinato. L'Oncologia convenzionale chiama questa proliferazione cellulare "carcinoma intra-duttale".
La NMG offre una visione diversa.
Dopo aver osservato attentamente le leggi biologiche della Natura per più di due decenni, il dottor Hamer ci assicura che un "tumore di guarigione" è un grumo innocuo, che lentamente degrada durante il processo di guarigione.

Riassunto : Home →→ Articoli → Cancro della mammella
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
I contenuti del sito sono di libero utilizzo
CSS3 | HTML 5