Salta il menu

Attivazioni Biologiche
5 Leggi Biologiche e non solo!

L'American Cancer Society ha ammesso che i tumori non trattati, di solito scompaiono naturalmente

Mentre veniva indagato l'uso di terapie alternative usate da Suzanne Somers, abbiamo visto medici e media che stavano disperatamente cercando di infangare la sua reputazione (Suzanne Somers è una comica statunitense che ha curato il suo cancro, in modo naturale). Le risposte dei medici sono state così affrettate che hanno accidentalmente rivelato le statistiche che non sono normalmente condivise con il pubblico.

"Stiamo scoprendo che circa il 25-30 per cento di alcuni tumori smette di crescere a un certo punto, è possibile effettuare alcuni trattamenti e osservarli positivamente, quando in realtà non stanno facendo nulla. Finora i medici non possono sapere come identificare quali pazienti hanno tumori che non progrediscono, l'unica opzione è quella di trattarli tutti".
-Dr.Otis Brawley, direttore medico della American Cancer Society

Mentre alcune persone possono considerare il 25-30 % come una percentuale relativamente bassa, questa è in realtà molto superiore al tasso di successo della chemioterapia. Il tasso di guarigione vera si trova tra il 2 e il 4% per i trattamenti ortodossi (chemioterapia). In confronto, il 30% diventa improvvisamente una cifra molto impressionante, con un guadagno di 10 volte. Le terapie alternative hanno tassi di guarigione migliori rispetto al 30%, ma questi numeri non sono pubblicamente discussi da medici ufficiali e raramente lo si fa in privato. ¿Perché questi dati non sono mai offerti ai pazienti a cui è stato diagnosticato un cancro? Perché piuttosto mentono, dicendo che moriranno certamente se rifiutano la chemioterapia e le radiazioni, quando è quasi il contrario?

Abbiamo cercato instancabilmente per diversi anni i tassi di successo di coloro che hanno deciso di abbandonare tutti i trattamenti, ma ci siamo riusciti solo quando l'American Cancer Society è inciampata nel suo tentativo di difendere la propria reputazione cercando di screditare Susan Somers. Perchè questi numeri non sono stati rilasciati pubblicamente prima?. La guarigione di Suzanne Somers era ovviamente molto imbarazzante per loro, perché non solo è uno dei tanti che si sono guariti di cancro in modo permanente (non solo sopravvivenza a 5 anni), ma ha anche mostrato pubblicamente le proprie esperienze con trattamenti alternativi. Se avesse seguito religiosamente le terapie ortodosse, sarebbe stata fuori dal 96% che muore?, e la morte prolungata sarebbe stata davvero terribile.
La citazione citata mostra un altro punto interessante. I medici non hanno davvero alcuna idea di quali tipi di tumore progrediscono e quali no.
[...] Le persone oggi muoiono per i trattamenti invece che di tumore e questo è riportato nelle statistiche riportate. Ogni volta che un corpo è esposto alla chemioterapia, il cancro colpirà prima o poi, a prescindere dall'esistenza di farmaci chemioterapici. Tutti i farmaci sono cancerogeni, e indeboliscono tutte le cellule sane. Questo è dichiarato nella letteratura ufficiale relativa a tutti i farmaci antitumorali noti, e la distruzione massiva delle cellule fa ufficialmente parte dei trattamenti standard. Essi sostengono che i loro farmaci attaccano le cellule tumorali più deboli, ma in realtà quello che fanno è attaccare tutte le cellule, quindi il sistema immunitario si trova in una condizione molto critica per poter avviare il recupero.

Il Cancro e Tutte le Cosiddette MalattieVoto medio su 22 recensioni: Buono

Il tasso di successo nella cura del cancro non aumenterà molto con la medicina ortodossa, perché non è disposta a prendere in considerazione eventuali metodologie meno redditizie. Un aumento dei tassi di successo del trattamento ortodosso del cancro indicherebbe che i suoi metodi di calcolo sui tassi di guarigione sono cambiati, ma non i tassi di sopravvivenza reali. Questo rappresenta il come la scienza viene cucinata dalla medicina moderna. Sopravvivere per cinque anni è attualmente il parametro con cui una cura è dichiarata di successo, ma i pazienti di solito muoiono nel periodo che va dai 5 ai 10 anni. Si chiama "cucinare i libri" nei circoli contabili. La maggior parte delle persone è sorpresa quando viene a sapere che coloro che muoiono durante la terapia sono escluse dal conteggio perchè "non ha completato il trattamento."

"L'esito della maggior parte della chemioterapia è terribile ... Non vi è alcuna prova scientifica della loro capacità di allungare sensibilmente la vita dei pazienti affetti da cancro ... La chemioterapia per i tumori troppo avanzati per essere operati, che rappresentano l'80% di tutti i tumori, è un deserto scientifico".
Abel -Dr.Uhlrich

Se l'industria del cancro è davvero interessata al progresso scientifico, allora non dovrebbe nascondere le proprie statistiche. La verità non teme l'investigazione. Invece, i loro numeri sono coperti più volte e la comunità scientifica rimuove dai propri ranghi chi rifiuta di accettare il dogma stabilito. Non è scienza. È politica, in una forma molto letale di essa.

"Dal due al quattro per cento di tutti i tumori risponde alla chemioterapia."
- Ralph Moss, Ph.D.

Fonte originale: http://healthwyze.org/index.php/component/content/article/431-the-american-cancer-society-admitted-that-untreated-cancers-often-go-away-naturally.html
Riassunto : Home →→ Articoli → L'American Cancer Society ha ammesso...
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
I contenuti del sito sono di libero utilizzo
CSS3 | HTML 5