Salta il menu

Attivazioni Biologiche
5 Leggi Biologiche e non solo!

Il Dizionario*

Alitosi

L'alitosi (detta anche bromopnea) è l'odore sgradevole dell'alito causato da patologie respiratorie o metaboliche.
Alcuni ceppi di batteri anaerobi (cioè che proliferano in assenza di ossigeno) in determinate condizioni proliferano ad una velocità anomala decomponendo rapidamente le sostanze proteiche presenti nei residui di cibo, muco e saliva e sprigionando i cosiddetti CVS (composti volatili solforati), responsabili del cattivo odore. La produzione di saliva mantiene il pH della bocca a livelli tali da impedire la proliferazione di batteri. La produzione di saliva scende nella notte o nei mesi caldi, o a seguito di alterazioni dell'ormone adrenalina.

Le cause possono essere:

• Secondo le 5 Leggi Biologiche

Secondo le 5 Leggi Biologiche l'alitosi è un segno della fase di riparazione di conflitti a carico delle tonsille, del faringe, della sottomucosa orale ed esofagea per conflitti del boccone. Rappresenta il prodotto dell'azione dei batteri, dei micobatteri e dei funghi intenti a smantellare del tessuto, la cui funzione non è più necessaria.

Per quanto riguarda la mucosa orale si tratta di un conflitto del boccone in cui il percepito è quello di non poter conseguire il boccone o di non poterlo sputare, per cui si ha una proliferazione della mucosa con qualità assorbente o secernente, in funzione di poter favorire l'introduzione e l'assorbimento del boccone. È una condizione che si verifica in quelle persone per le quali è proibita l'alimentazione, per uno stato cachettico, ad esempio. A conflitto risolto i funghi e i micobatteri entrano in azione a smantellare il tessuto supplementare, con la formazione di afte buccali (mughetto) e alitosi.

La sottomucosa di tonsille e faringe è attivata per un conflitto del boccone in cui il sentito è quello di non poter ingoiare il boccone o di non poterlo sputare. La mucosa delle tonsille è attivata anche quando non è possibile stabilire la qualità del boccone in entrata o in uscita. In fase attiva si ha proliferazione mucosa con qualità secretoria (per favorire lo scivolamento del boccone, in entrata o in uscita). A conflitto risolto si ha lo smantellamento del tessuto eccedente per azione dei micobatteri e dei funghi, con comparsa di secrezione purulenta e alitosi con il tipico odore di formaggio.

Anche il coinvolgimento della dentina può generare alitosi, quando per un conflitto di svalutazione (non riuscire a mordere) si ha in fase attiva la necrosi della dentina, mentre in fase di riparazione l'azione dei batteri provoca la liberazione di molecole volatili e l'alitosi.

Il coinvolgimento della mucosa esofagea avviene per conflitti del boccone, in cui il sentito conflittuale è quello di non poter incorporare il boccone che si credeva ormai proprio. In fase attiva c'è proliferazione mucosa/muscolare con qualità secretoria e/o peristaltica, per favorire il definitivo passaggio del boccone. A conflitto risolto questo tessuto viene smantellato dai funghi e dai batteri con la comparsa di alitosi.

Riassunto : Home →→ Malattie e Sintomi → Alitosi
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
I contenuti del sito sono di libero utilizzo
CSS3 | HTML 5