Attivazioni Biologiche

A proposito di...

Acquista >
Bio-Pedia
Humana

Demenza

Si tratta di un "irreversibile" e progressivo deterioramento delle capacità intellettuali. Colpisce circa il 10% della popolazione ultra65enne e il 20% di quella ultra75enne. Il problema sembra derivare da un progressivo deterioramento del cervello che porta a disturbi nella capacità di risolvere problemi, nella capacità di pensare agilmente che, inizialmente viene confuso con stanchezza, depressione. Il disturbo mnemonico porta queste persone ad essere ansiose, aggressive ed emotive quando si trovano in ambienti non familiari o al centro di conversazioni complesse. La condizione progredisce più o meno rapidamente con la perdita della memoria recente, che poi si estende anche alla memoria lontana, fino a che la persona non riconosce nemmeno amici o fratelli . Si sviluppa anche un comportamento antisociale, si ha perdita di lucidità e parlata incoerente.

Per le 5LB questa condizione biologica e sensata, può avere diverse origini conflittuali, ma quella principale è quella legata a perduranti e recidivanti conflitti di separazione in costellazione, ovvero quando due conflitti si presentano contemporaneamente su entrambi gli emisferi cerebrali della corteccia cerebrale.

Il recidivare di questi conflitti di separazione/distacco, possono portare al deterioramento della corteccia sensoriale e/o post- sensoriale e perdita delle capacità intellettuali.

Tratto da: DICCIONARIO DE BIODESCODIFICACIÓN

Demenza Senile
Conflitto: Conflitti nel Tronco Cerebrale. Sono shock relativi alla sopravvivenza arcaica.

Significato delle sigle:
  • CA = Conflitto Attivo: ovvero il periodo in cui la persona è in lotta per risolvere il suo problema. Detto anche Simpaticotonia;
  • PCL = PostConflittoLisi: ossia quando la persona ha risolto il suo problema e si avvia al riposo dopo la lotta. Detto anche Vagotonia;
  • CE = Crisi Epilettoide: ossia un periodo di breve durata, nel quale si manifestano i sintomi più sgradevoli. Prevale la Simpaticotonia;
Iscriviti al Bollettino Novità - Invia il tuo indirizzo E-mail a giorgiobeltrammi@gmail.com

Se ritieni che il mio lavoro abbia un valore, puoi contribuire con una piccola donazione Paypal