Salta il menu

Attivazioni Biologiche
5 Leggi Biologiche e non solo!

Cancro:
Un evento incompreso

Questa pagina ha solo finalità informative ed educative.
È fortemente consigliato avere una conoscenza basica delle → 5 Leggi Biologiche, in modo che le informazioni siano di più facile comprensione.
Queste pagine non sostituiscono in alcun modo il consulto con medici specialisti oncologi.
Non sono contenuti suggerimenti su terapie o rimedi utili al trattamento del singolo caso. A tali fini si suggerisce la consultazione di operatori di dimostrata e affidabile preparazione.
Si declinano responsabilità di qualsiasi genere in relazione ad un uso improprio dei contenuti di questa pagina.

Mesotelioma

Il Mesotelioma Pleurico Maligno (MPM) è un tumore aggressivo che si produce sulla superficie di peritoneo e/o pleura e la cui sopravvivenza a 5 anni è pressoché nulla. Si tratta di un tumore raro, la cui causa si suppone possa identificarsi nella contaminazione da asbesto [1]. Altri agenti causali possono essere:

Patologia

Il mesotelioma può essere benigno o maligno. La variante benigna è solitamente rappresentato da una massa solitaria asintomatica, non associata alla esposizione all'asbesto. La variante maligna può essere localizzata o diffusa ed è più comunemente associata alla esposizione all'asbesto ed i sintomi sono solitamente il dolore toracico e la dispnea.

Ci sono tre sottotipi istologici, individuati microscopicamente:

Sintomi e segnali

Il mesotelioma può essere insidioso nella sua comparsa. I sintomi di inizio possono essere un dolore toracico non pleuritico e dispnea. Altri sintomi come febbre, astenia e perdita di peso, sono osservati nel 30% delle persone. L'esame fisico mostra un diminuito murmure respiratorio con gli atti respiratori e la percussione produce un rumore sordo, dato dalla effusione pleurica o alla diffusione del tumore pleurico.

Diagnosi

La toracoscopia rimane la procedure più utile per una valutazione visiva e per la possibilità di effettuare dei prelievi di tessuto e del liquido di versamento. Deve essere evitata la toracotomia esplorativa.

Stadiazione

  1. Malattia completamente rimossa, insieme alla capsula pleurica e senza adenopatie. Margini di resezione indenni
  2. Come allo stadio precedente, ma con margini positivi e adenopatie intratoraciche
  3. Estensione della malattia alla parete toracica o al mediastino, o al cuore o al peritoneo, attraverso il diaframma. Linfonodi extrapleurici interessati
  4. Malattia metastatizzata a distanza

Trattamento

Il mesotelioma è una forma tumorale severa e aggressiva e quasi tutte le persone colpite muoiono entro l'anno dalla diagnosi, con o senza trattamento. Sono state tentate delle terapie:

• Secondo le 5 Leggi Biologiche

Il mesotelioma è la materializzazione di un conflitto biologico a carico delle membrane protettive che avvolgono gli organi addominali e toracici, ovvero pleura e peritoneo. Derivano dal foglietto embrionale mesodermico e la loro funzione è protettiva e meccanica. Queste sierose vengono attivate proprio a seguito di conflitti di attacco. Questo conflitto può derivare da traumi diretti e indiretti. Questi ultimi sono quelli più frequenti e sono derivati da diagnosi subite e comunicate in modo brutale.
La persona potrebbe percepire l'attacco ai propri organi in seguito a frasi come: "Lei ha una cancro ai polmoni!", "Occorre prelevare il liquido presente nel torace"; "Occorre fare una TAC al torace per escludere una malattia più grave".
Anche il vedere la lastra del proprio torace, dove viene indicata una "macchia" sospetta, può essere fonte di shock e conflitto biologico.
Il sentito biologico è di attacco al torace od all'addome e può essere rappresentato il molti modi.

*

Nella fase attiva del conflitto, il tessuto pleurico inizia a produrre più cellule con caratteristiche particolari di maggior durezza e resistenza (funzione protettiva). Le alterazioni citologiche sono tali perché c'è urgenza di proteggere gli organi interni nel più breve tempo possibile. La velocità di espansione è biologicamente sensata e questo viene visto dalla MU come indice di malignità. In questo momento non c'è sintomatologia e l'ampiezza del mesotelioma è direttamente proporzionale alla grandezza del conflitto vissuto dalla persona.

Se la persona risolve il conflitto, inizia la fase A della PCL, sintomatologicamente molto impegnativa. Inizia la fase essudativa con la produzione di molto liquido, utile ad evitare che la pleura parietale aderisca alla pleura viscerale. Questo liquido viene prodotto in quantità variabili tra lo scarso ed il sovrabbondante. In taluni casi si è arrivati ad avere 4 litri di versamento pleurico e il totale collasso polmonare. Questo versamento pleurico, spesso unito a febbre, crea compressione polmonare e dispnea.
In queste condizioni la persona giunge ad osservazione e dopo l'esecuzione di una radiografia del torace, si nota l'opacamento di uno dei due polmoni.
Se è presente un contemporaneo conflitto del profugo, il versamento può raggiungere dimensioni notevolissime e la persona è in condizioni gravi.
Purtroppo la persona colpita da questo fenomeno e da sintomi di questo genere, trova ulteriore motivo conflittuale, autoinnescando il conflitto, che non giunge mai a soluzione.

Al termine di questa fase essudativo/edematosa, se non intervengono recidive conflittuali, si ha la crisi epilettoide che può essere assai grave, spesso contraddistinta da forte diuresi, sudorazione e ipotensione marcata. Trattandosi di relè cerebellari, ci possono essere compromissioni a carico del 4° ventricolo e alterazione della circolazione del liquor.

Oltrepassata la CE, la pleura subisce il fenomeno di caseificazione dei noduli di tessuto non più necessario. In questo momento la persona può avere ancora febbre, non elevata ma costante e all'indagine toracoscopica può mostrare un versamento purulento, concamerato, specialmente nei seni costo-frenici. La caseificazione, ad opera di micobatteri o di altri microorganismi, è un fenomeno biologico sensato, ma la MU la scambia per la causa dell'empiema pleurico.
Al termine della fase caseificante, si ha cicatrizzazione.

Legenda delle sigle: CA = Conflitto Attivo; PCL = PostConflittoLisi; CE = Crisi Epilettoide; SB = Senso Biologico; MU = Medicina Ufficiale

Riassunto : Home →→ Oncologia → Mesotelioma
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
CSS3 | HTML 5