Salta il menu

Attivazioni Biologiche
5 Leggi Biologiche e non solo!

Cancro:
Un evento incompreso

Questa pagina ha solo finalità informative ed educative.
È fortemente consigliato avere una conoscenza basica delle → 5 Leggi Biologiche, in modo che le informazioni siano di più facile comprensione.
Queste pagine non sostituiscono in alcun modo il consulto con medici specialisti oncologi.
Non sono contenuti suggerimenti su terapie o rimedi utili al trattamento del singolo caso. A tali fini si suggerisce la consultazione di operatori di dimostrata e affidabile preparazione.
Si declinano responsabilità di qualsiasi genere in relazione ad un uso improprio dei contenuti di questa pagina.

Mieloma multiplo

Il mieloma multiplo, noto anche come malattia di Kahler-Bozzolo è una neoplasia sostenuta dalla proliferazione di un clone neoplastico di natura plasmacellulare, cellule appartenenti al sistema immunitario presenti soprattutto nel midollo osseo che hanno la funzione di produrre anticorpi. Si tratta per lo più di una patologia dell'anziano, dato che solo il 18% dei pazienti in media è più giovane di 50 anni alla diagnosi.
La sua reale causa non è ancora nota. Di sicuro le radiazioni ionizzanti hanno un ruolo causale, data la sua alta incidenza tra i sopravvissuti delle esplosioni atomiche e tra i radiologi esposti per lungo tempo per ragioni professionali. Una incidenza più alta della media è stata riportata anche tra i contadini che hanno maneggiato certe classi di pesticidi o insetticidi, e nei lavoratori dell'industria che hanno maneggiato solventi a base di benzene.

Sintomi e segnali

Poiché diversi organi possono essere affetti da questa patologia i suoi sintomi variano notevolmente da persona a persona e spesso vengono confusi con sintomi di altre patologie.
Normalmente i sintomi sono:

Diagnosi

La triade classica con la quale viene posta la diagnosi di mieloma è data dall'infiltrazione del midollo osseo da parte delle plasmacellule monoclonali, dalle lesioni osteolitiche visibili alle radiografie e dalla misurazione della proteinuria paraproteinemia/Bence–Jones’.

Trattamento

Se non trattata, la persona muore nel giro di qualche mese, specialmente per infezioni e insufficienza renale ed è spesso preceduta da dolore osseo intrattabile.
La terapia impiegata normalmente prevede il trattamento analgesico, anche con uso di analgesici oppiacei e applicazioni radioterapiche sulle aree osteolitiche. È impiegata una adeguata idratazione per la gestione dell'ipercalcemia.
La chemioterapia ha una efficacia molto limitata, ma molti effetti collaterali.


• Secondo le 5 Leggi Biologiche

Il Mieloma multiplo è il risultato di un conflitto di svalutazione che avvia un SBS a carico del midollo osseo, dove avviene la modificazione tissutale. Il tessuto coinvolto è di origine mesodermica e viene coinvolto in un profondissimo "conflitto di inadeguatezza fino al midollo". Si tratta di uno dei conflitti più profondi e invalidanti dove la persona perde il senso della vita e la voglia stessa di vivere. Non è strano che colpisca le persone anziane o quelle che hanno il sentito di dover essere utili o rivestire un ruolo riconosciuto. Non è altresì strano che coinvolga le vertebre, tipiche formazioni ossee il cui significato è inerente alla propria capacità portante, al proprio valore e importanza.

All'innesco del conflitto, l'osso coinvolto subisce una necrosi asintomatica, tanto più vasta, quanto più intenso è il tono conflittuale.
Con la soluzione del conflitto, che potrebbe avvenire per una rinnovata percezione di stima e utilità nel proprio contesto sociale, inizia la fase A della PCL, quella edematosa, dove l'osso prima coinvolto dalla necrosi, subisce un forte rimaneggiamento ed una forte edemizzazione, spesso peggiorata da un concomitante conflitto del profugo (che non è così raro da incontrare, visto il tono di totale svalutazione della persona,che si percepisce anche isolata e priva dei suoi riferimenti). Proprio il conflitto del profugo è alla base della grave e ingravescente insufficienza renale.
A causa della forte edemizzazione, le strutture ossee coinvolte sono fortemente dolenti e la persona si sente ancora peggio, perdendo la propria ritrovata utilità e vitalità, innescando la recidiva conflittuale.
Se la persona riesce a superare questa fase, interviene la crisi epilettoide che potrebbe essere assai grave, per il coinvolgimento contemporaneo dei relè del midollo cerebrale e del tronco cerebrale. Fortissima diuresi, ipotensione e coinvolgimento neurologico, possono essere manifestazioni preoccupanti.
Superata anche questa crisi, la persona va verso il ristabilimento che, però, potrebbe durare a lungo, con limitazioni tali da poter indurre la persona a reinnescare il conflitto iniziale di svalutazione e inadeguatezza.

Particolarmente importanti, in questo SBS sono il conflitto dominante di svalutazione che è profondissimo.
Se la persona riesce in qualche modo a risolverlo, la fase iniziale della riparazione può essere così invalidante da poter scatenare un secondo è più grave conflitto, quello del profugo, che peggiora ulteriormente la condizione della persona.
In questa situazione, la MU applica regimi terapeutici così invalidanti e conflittuali, da determinare la fine stessa della persona (chiusura in camere sterili in corso di chemioterapia o a seguito del trapianto di midollo).


Catia Francesca Rizzi: Il mieloma è la fase di riparazione (la diagnosi viene data durante questa fase, quando la persona ha sintomi da vagotonia) di un conflitto che colpisce, distruggendole, le cellule del midollo osseo, dove il soggetto si sente talmente inadeguato fino a “voler sparire”. Si è visto anche che dietro a tale distruzione, sussiste un tentativo di cambiarlo totalmente con tessuto plasmacellulare, attivando gli osteoblasti. In pratica si tratterebbe di una completa sostituzione del tessuto osseo. Solitamente chi ha avuto diagnosi di mieloma, mieloma multiplo, vorrebbe “sparire per cambiare radicalmente, e si sente inadeguato e incapace nel farlo”. Sono persone che vorrebbero essere completamente diverse da ciò che sono allo stato attuale: "vorrei sparire e rinascere come una persona nuova". I sintomi compaiono quando il soggetto ha già sciolto qualcosa. Come dire che qualcosa in un dato momento era andato a posto. Se i sintomi continuano, paura e panico inducono a sottoporsi ad iter diagnostico e conseguente diagnosi che, essendo in linea di massima noceba, contribuisce alle recidive conflittuali e ad eventuali nuove DHS in base al sentito della persona.

Legenda delle sigle: CA = Conflitto Attivo; PCL = PostConflittoLisi; CE = Crisi Epilettoide; SB = Senso Biologico; MU = Medicina Ufficiale

Riassunto : Home →→ Oncologia → Mieloma multiplo
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
I contenuti del sito sono di libero utilizzo
CSS3 | HTML 5