Attivazioni Biologiche

Pidocchi

Secondo la Medicina Ufficiale

La pediculosi del cuoio capelluto è una infestazione causata da un pidocchio, il Pediculus humanus capitis. Un insetto parassita senza ali, adattatosi a vivere esclusivamente sul cuoio capelluto dell’uomo. La femmina vive 3 settimane e depone sino a 300 uova, dette lendini.
Dopo 7-10 giorni di incubazione alla temperatura ottimale di 30-35 °C le uova maturano e si schiudono le ninfe che hanno già la forma dell’insetto adulto. La ninfa si nutre di sangue sino a 5-6 volte al giorno ed ogni femmina ne sottrae circa 1 mg al giorno.
Il pidocchio non predilige le teste sporche, in quanto il suo nutrimento è il sangue; quindi la loro presenza non è indicativa di mancanza di igiene. Una corretta igiene personale pertanto non protegge completamente dal rischio di contrarre la pediculosi come pure non vi è correlazione tra la pulizia dell’ambiente e l’infestazione. Non esiste inoltre alcuna relazione tra la lunghezza dei capelli e la malattia per cui se i capelli corti rendono agevole l’individuazione dei pidocchi, non rappresentano di per sé una efficace misura di profilassi.
Dopo qualche settimana di ripetute punture, la persona inizia a provare di prurito locale, avvertendo così la presenza del parassita. L’origine del prurito è principalmente di natura allergica. Il grattamento può essere causa di lesioni escoriate.

Secondo le 5 Leggi Biologiche

Sulla nostra pelle
Sulla nostra pelle
Acquista
Iscriviti al Bollettino Novità - Invia il tuo indirizzo E-mail a giorgiobeltrammi@gmail.com

Se ritieni che il mio lavoro abbia un valore, puoi contribuire con una piccola donazione Paypal

A proposito di...
A proposito di...
Bio-Pedia Humana
Bio-Pedia Humana