Salta il menu

Attivazioni Biologiche
5 Leggi Biologiche e non solo!

Il Dizionario*

Organi e tessuti del Mesoderma recente

Questo articolo ha contenuti che appartengono alla Scuola di Formazione Professionale 5LB di Marco Pfister.
bannerpasadofuturo_02 (29K)

Articolo originale: https://www.pasadofuturo.com/nmg-organimesodermonuevo.htm
Traduzione e adattamento di Giorgio Beltrammi

*

Indice
  1. Caratteristiche e sintomi per ogni fase
  2. Conflitto di svalutazione, Sentirsi inadatti
  3. Conflitto di svalutazione lieve o a bassa intensità
  4. Conflitto di forte svalutazione o ad alta intensità
  5. Conflitto di svalutazione motoria (lieve o forte)
  6. Conflitto di svalutazione locale
  7. Ovaie (tessuto interstiziale, produttore di estrogeni e progesterone)
  8. Testicoli (tessuto interstiziale)
  9. Parenchima renale (glomeruli)
  10. Muscolo striato del collo dell'utero
  11. Miocardio (90% del muscolo del cuore)
  12. Milza
  13. Ghiandole surrenali, corteccia, parte esterna

* * * *

Caratteristiche e sintomi per ogni fase

Struttura relazionata alla capacità di essere competitivi per la sopravvivenza nel gruppo.

Sentito emotivo della Attivazione (Conflitto o shock biologico)

Fase di Conflitto attivo (CA), Simpaticotonia

Fase di Soluzione del Conflitto (PclA), Vagotonia:

Crisi epilettoide

Fase di Soluzione del Conflitto (PclB), Vagotonia:

Eutonia:

In questo tessuto il senso biologico non ha per finalità l'aiutare l'organismo ad affrontare la situazione biologica che ha dato luogo alla DHS, ma preparare l'organismo a che, nel caso che risolva il conflitto, abbia una capacità funzionale superiore rispetto a quella originaria.
Il lusso consiste nel fatto cje l'organismo acquisisce una miglioria funzionale successiva, grazie ad una precedente disfunzione passeggera. Le ossa, ad esempio, fanno osteolisi nel corso delle due fasi e solo alla fine della fase di riparazione si ha un callo osseo eccedente (più osso di prima), l'osso è rafforzato e in molti casi più grosso di prima.

Si possono osservare processi simili a livello delle ovaie (cisti ovariche) ma anche a livello dei linfonodi e dei muscoli striati. Ci troviamo di fronte ad un miracolo della Natura, dato che gli organi del gruppo di lusso hanno il proprio senso biologico alla fine della fase di riparazione. In questo momento l'organismo ha un elevato margine di rischio dovuto, ad esempio, alla minor resistenza dell'osso a causa della osteolisi, alla minor produzione ormonale delle ovaie (in Fase CA necrosi dell'ovaio) o alla minore produzione di urina nel rene (in Fase CA: necrosi renale + ipertensione) o alla diminuzione della funzione muscolare (in Fase CA: necrosi muscolare), per ottenere poi un rafforzamento muscolare. Questi processi sono geniali ed efficaci, ma includono una parte di rischio.
Per esempio, è fantastico osservare la differenza tra muscolatura liscia e muscolatura striata: durante la Fase CA la muscolatura liscia (intestino) prevede un aumento delle cellule cellule muscolari precisamente nel punto interessato (mioma). Nella fase PCL tutto l'intestino fa una colica, ma l'aumento della muscolatura liscia si ferma. Di contro, a livello della muscolatura striata del gruppo di lusso, nella Fase CA vediamo non solo la necrosi muscolare, ma anche la paralisi delle parti muscolari interessate. Nella Fase PCL la muscolatura inizia lentamente a ricostruirsi e rinforzarsi, ma recupera la sua funzione solo alla fine della Fase de PCL a partire dalla CE (dopo la PCL la funzione risulta migliorata). A livello dell'Endoderma, del Mesoderma del Cervelletto e dell'Ectoderma della corteccia, con piccole eccezioni, sono coinvolte membrane e mucose, ma nel gruppo di lusso è coinvolto il parenchima, quasi come se fosse un tessuto interno: è per questo che in questo caso tutto procede in modo differente.

La lateralità e la sede devono essere tenuti in conto.

Conflitto di svalutazione, Sentirsi inadatti

La localizzazione esatta dei sintomi o della perdita di tessuto o decalcificazione (artrite, atrofia muscolare, necrosi, tendinite, infiammazione) si determina per il tipo specifico (natura) del conflitto di sentirsi inadatti (svalutazione).

La lateralità deve essere tenuta in conto, ma ci può essere anche una svalutazione locale, in quanto la persona sente che una parte specifica del corpo non funziona bene o come dovrebbe.
La parte estensoria (o faccia dorsale) degli arti e del corpo è relativa alla necessità di allontanare qualcuno o qualcosa e la parte flessoria (o faccia ventrale) con quella di avvicinare o accogliere.

Conflitto di svalutazione lieve o a bassa intensità

Coinvolge tendini, legamenti, tessuto connettivo, tessuto grasso e sistema linfatico (vasi e gangli).
Funzione:

Tendini

Inseriscono il muscolo scheletrico nell'osso o nella fascia e trasmettono la forza della contrazione muscolare per produrre movimento. Sono di tessuto connettivo fibroso che unisce i muscoli alle ossa. Possono unire anche i muscoli a strutture come il globo oculare.

Legamenti

Unire strutture e mantenerle stabili. È tessuto connettivo fibroso che unisce le ossa tra loro.

Tessuto connettivo

Sostegno e integrazione sistemica dell'organismo, occupando gli spazi tra gli altri tessuti e tra gli organi. Partecipa alla coesione o alla separazione dei differenti elementi tissutali che compongono gli organi e i sistemi, e si converte anche in un mezzo logistico attraverso il quale si distribuiscono le strutture vascolo-nervose.

Tessuto grasso o adiposo

Immagazzinare energia in forma di grasso; servire come ammortizzatore proteggendo e mantenendo al loro posto gli organi interni, così come altre strutture più esterne del corpo. Ha anche funzioni metaboliche, dato che produce ormoni importanti per la regolazione dell'appetito.
Ci sono pochi posti nel corpo senza grasso: il dorso di mani e piedi, lo scroto e le cartilagini delle orecchie. Le zone con più grasso sono il ventre e i glutei.

Con conflitto concomitante del profugo e di sentirsi solo al mondo (sindrome): cellulite= riparazione lipomatosa con molte recidive.

Sistema linfatico

Mantenimento dell'equilibrio osmolare nel "terzo spazio"; contribuisce in modo principale a formare ed attivare le difese dell'organismo; raccoglie il chilo a partire dal contenuto intestinale, un prodotto con un elevato contenuto di grassi; controlla la concentrazione delle proteine nell'interstizio, il volume del liquido interstiziale e la sua pressione. Il sistema linfatico è la struttura anatomica che trasporta la linfa unidirezionalmente verso il cuore ed è parte dell'apparato circolatorio. È composto dai vasi linfatici, dai linfonodi, dagli organi linfatici o linfoidi (milza e timo), dai tessuti linfatici (tonsille, placche del Peyer e midollo osseo), l'appendice cecale, la cisterna di Pecquet e la linfa. La linfa è un liquido trasparente, di colore biancastro che scorre nei vasi linfatici e generalmente manca di pigmenti. Si dall'eccesso di liquido che esce dai capillari sanguigni nello spazio interstiziale o intercellulare, essendo raccolta dai capillari linfatici, che drenano nei vasi linfatici più grossi fino a convergere nei dotti che si riversano nelle vene succlavie.

La maggioranza delle diagnosi mortali della medicina ufficiale, delle metastasi in tutto il corpo, sono date per SBS dei gangli linfatici.

Conflitto di forte svalutazione o ad alta intensità

Colpisce: ossa, midollo osseo, articolazioni e cartilagini.
Funzione:

Ossa

Il Dr. Hamer ha scoperto che quando si ha un osso in fase di riparazione, dopo aver presentato aree di osteolisi, e si usa la morfina, questa porta il Focolaio di Hamer nuovamente in Fase Attiva, portando l'osso ad una nuova perdita di tessuto. Avviene una marcia indietro nella sua riparazione.

Midollo osseo

Fabbrica le cellule del sangue. Questo processo di fabbricazione si denomina ematopoiesi o emopoiesi. Il midollo osseo è un tipo di tessuto che si trova all'interno delle ossa e può essere di due classi: rosso e giallo. Il midollo osseo rosso negli adulti è collocato nelle coste, nello sterno, nella colonna vertebrale, nel cranio, nelle scapole e nella pelvi e contiene le cellule madre o emoblasti che danno origine ai tre tipi di cellule sanguigne:

Articolazioni

Rendono lo scheletro flessibile; senza esse il movimento sarebbe impossibile. È la congiunzione tra due o più ossa, un osso e una cartilagine o un osso e i denti; formata da una serie di strutture mediante le quali si uniscono le ossa tra loro. In base al grado di unione delle ossa e l'ampiezza dei movimenti, permettono la distinzione di tre tipi di articolazione: quelle che non hanno movimento o "sinartrosi"; le semimobili o "anfiartrosi", le mobili o "diartrosi".

Cartilagini

Permettono il movimento delle articolazioni, proteggono gli apici delle ossa dalla degenerazione naturale e dallo sfregamento che avviene uno contro l'altro, ammortizzano i colpi dati dal camminare e dal saltare e agiscono come supporto di fronte ad eventuali colpi. È un tessuto di tipo connettivale, di supporto, scivoloso, solido ed elastico, specializzato, sprovvisto di nervi, vasi sanguigni e vasi linfatici.

Se è presente il Conflitto del profugo: forte gonfiore del tessuto cartilagineo.

Conflitto di svalutazione motoria (lieve o forte)

Coinvolge:

Muscoli

Conflitto di svalutazione locale

Coinvolge:

Vasi sanguigni (arterie e vene) eccetto coronarie, aorta e carotidi

L'aneurisma (piccola protuberanza a forma globosa ripiena di sangue che si forma nelle pareti dei vasi sanguigni) si forma, come le emorroidi, attraverso recidive per svalutazione locale. È il processo in Fase Attiva di necrosi con riduzione dello spessore della parete del vaso sanguigno, in Fase di Riparazione si gonfia e si ripara, dopo molte recidive la vena si sfianca e si dilata, formando varici o aneurismi. Le emorroidi (vene anali dilatate) si producono dopo molte recidive per non essere capace (non essere adatto) a determinare la propria posizione nel gruppo, il proprio ruolo nel gruppo. Svalutazione per non essere capace di avere un posto all'interno del gruppo. Normalmente quando si risolve il conflitto di svalutazione, si risolve simultaneamente anche il conflitto di identità (mucosa rettale ectodermica).

* * *

Ovaie (tessuto interstiziale, produttore di estrogeni e progesterone)

La cisti indurita dell'ovaio produce tanto estrogeno che la donna può apparire dai 10 ai 20 anni più giovane. È il proposito biologico: una donna che appare più giovane e con maggior produzione di estrogeno si trova in una posizione migliore per attrarre un uomo e rimanere incinta più facilmente.
L'estrogeno funziona come un attivatore della libido e prepara la donna all'amore. Per questa ragione l'estrogeno funziona in tutti gli organi ectodermici e i tessuti mesodermici del cervello. In modo speciale si trova nella vulva, nella vagina, nel collo dell'utero, nei muscoli dei genitali femminili, nel retto, ecc. È presente anche nella pelle (abbracci e carezze), nella bocca (baci) e particolarmente nei dotti galattofori. (si dice che "il seno chiama al telefono la vagina”).
Al contrario, il progesterone è destinato alla gravidanza ed ha un effetto contrario rispetto alla libido. Il progesterone cura la gravidanza: costruisce l'endometrio per l'accoglimento del follicolo fecondato, aumenta la densità del muscolo uterino, prepara la ghiandola mammaria per allattare il feto e la rende più grande. È per questo motivo che molte donne gravide sperimentano un ingrandimento delle mammelle, ma lo fanno anche le donne che assumono la pillola, dato che è composta in gran parte da progesterone e può simulare la gravidanza.

All'inizio della fase Pcl le cisti dell'ovaio producono peduncoli che aderiscono agli organi circostanti, in quanto necessitano di nutrimento. Si interpreta come crescita invasiva. Quando la cisti ha già il suo proprio sistema vascolare (arteria e vena ovariche) le aderenze si disconnettono autonomamente. La cisti forma una solida capsula facile da resecare chirurgicamente e può causare compressione meccanica. La cisti indurita, dopo nove mesi, inizia a produrre ormoni sessuali femminili. Particolarmente interessante è l'endometriosi (che produce estrogeni). È per la lacerazione della parte consolidata che una cisti ovarica si dissemina nella cavità addominale (che si credevano metastasi). Questi frammenti producono estrogeni. La lacerazione della cisti è frequente in presenza della sindrome del profugo.
Se la donna è in costellazione di entrambe le ovaie, si produce una riduzione della frequenza delle mestruazioni a meno di 28 giorni. Questa costellazione si determina quando ci sono SBS che colpiscono entrambe le ovaie, in qualsiasi fase, sia in fase attiva, in crisi epilettoide o in PCL. La adotta un comportamento provocante verso il sesso opposo, sebbene possa ritrarsi senza concretizzare la relazione sessuale.

Testicoli (tessuto interstiziale)

Il varicocele è una vena varicosa che si produce dopo molte recidive (ricadute), per no sentirsi libero nella propria attività sessuale, svalutazione relativa alla libertà sessuale. Per non essere adatto, non essere capace di fare sesso in libertà. Non poter avere relazioni sessuali con la frequenza e con le donne che desidera.

Parenchima renale (glomeruli)

Le aderenze agli organi vicini, dopo nove mesi residueranno solo un peduncolo con arteria, vena e dotto urinario della cisti.
Con la sindrome (TCR): la cisti renale infiammata se non si rompe, si indurisce parzialmente.
L'SBS del parenchima renale provoca aumento della pressione sanguigna, attorno ai 30-40 mm Hg in aggiunta al valore considerato normale (120/80), come risultato del fatto che in Fase Attiva c'è necrosi e la quantità di filtri del sangue diminuisce. Per contrastare questa situazione l'organismo aumenta la pressione sanguigna, in modo tale che possa essere eliminata una quantità sufficiente di urina e di urea. Questo effetto ipertensivo si mantiene nella Fase di Soluzione, specialmente se rimane poco tessuto funzionale renale. Se alla persona viene asportato un rene, a causa di cisti o per altra causa, la pressione tenderà ad aumentare.
Il parenchima renale è una eccezione nel Mesoderma recente, avendo riduzione di funzione in Fase Attiva. In linea generale nel Mesoderma recente, sebbene vi siano necrosi, non c'è diminuzione della funzione, almeno non sintomaticamente.

Muscolo striato del collo dell'utero

La muscolatura striata del collo uterino si considera uno degli ostacoli maggiori nel momento del parto, dato che frequentemente si contrae durante la crisi epilettoide (crampo tonico), invece di adeguarsi con un afflosciamento clonico al processo del parto. Il muscolo sfinterico di intestino e vescica, e quello anulare (sfintere) del collo dell'utero, si aprono in simpaticotonia (afflosciamento) e si ampliano nella crisi epilettoide (orgasmo, parto) e si chiudono in vagotonia.

Miocardio (90% del muscolo del cuore)

Milza

Ghiandole surrenali, corteccia, parte esterna

Irsutismo, sindrome di Cushing.
Riassunto : Home →→ PasadoFuturo → Organi e tessuti del Mesoderma recente
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
I contenuti del sito sono di libero utilizzo
CSS3 | HTML 5