Attivazioni Biologiche

A proposito di...
Bio-Pedia
Humana

L'Accidente Cerebro-Vascolare (ACV)

13 settembre 2020
Perla saggia:
Colui che domina il proprio mondo interiore,
e ne governa le passioni, i desideri e le paure,
è meglio di un re.

John Milton

L'Accidente CerebroVascolare (ACV) è conosciuto anche come Attacco cervellovascolare, malattia cervellovascolare, infarto cerebrale, emorragia cerebrale o, meno frequentemente, apoplessia o ictus.
La medicina convenzionale definisce l'ACV in due forme distinte:

Il risultato finale è la scomparsa dei neuroni.

Secondo le 5 Leggi Biologiche

Occorre anzitutto escludere che non sia a seguito di traumatismi e/o intossicazioni.
L'ostruzione dei vasi sanguigni è meno frequente di quanto si supponga. In generale i vasi di tutto l'organismo, compreso il cervello, sono organizzati in forma di rete. Vale a dire che se avviene l'ostruzione di qualche vaso, ciò viene compensato attraverso altri vasi, come i vasi collaterali o altri creati appositamente per quel motivo. Il Dr. Hamer dice che l'emorragia è ugualmente meno frequente di quanto dice la medicina convenzionale. Succede spesso che in corso di autopsia non si trovi l'emorragia cercata.

La causa dell'ACV consiste di un conflitto motorio (in caso di paralisi) e si configurano due casi:

ACV freddo

Paralisi in fase CA.

ACV caldo

Occorre assolutamente evitare, il più possibile, l'avvio della Sindrome dei Tubuli Collettori Renali che intensifica e aggrava l'intero processo, con un allargamento dell'edema cerebrale e peggioramento dei sintomi neurologici.
Commenta questa pagina su 5 Leggi Biologiche - Romagna
Se ritieni che il mio lavoro abbia un valore, puoi contribuire con una piccola donazione Paypal