Salta il menu

Attivazioni Biologiche
5 Leggi Biologiche e non solo!

Le Emozioni

Perla saggia:
Lo psichiatra è un tizio
che vi fa un sacco di domande costose
che vostra moglie vi fa gratis.

Woody Allen

Un dizionario di psicologia definisce l'emozione come quella determinata categoria di esperienze, per le quali utilizziamo le più disparate espressioni linguistiche: amore, odio, ira, collera, frustrazione, ansia, paura, allegria, sorpresa, disgusto... Sono uno stato complesso che include una percezione accentuata di una situazione, l'apprezzamento della sua attrazione e repulsione cosciente e un comportamento di avvicinamento o avversione. Etimologicamente emozione proviene da "movere" che significa muoversi, più il prefisso "e" che significa "movimento verso". Vediamo quali sono le più importanti e verso dove ci muovono, collegandole all'apprendimento.

Il Sistema Limbico o Cervello Emotivo

Il sistema limbico, chiamato anche cervello medio, si situa immediatamente sotto la corteccia cerebrale, comprende centri importanti come il talamo, ipotalamo, l'ippocampo, l'amigdala cerebrale.
Nell'essere umano, questi sono i centri dell'affettività, è qui dove si processano le distinte emozioni e l'uomo esperimenta dolori, angosce e allegrie intensi.
Il sistema limbico è in costante interazione con la corteccia cerebrale. Una trasmissione di segnali ad alta velocità permette che il sistema limbico e la neocorteccia lavorino insieme, e questo spiega che possiamo avere controllo sulle nostre emozioni. Fu approssimativamente cento milioni di anni fa in cui apparvero i primi mammiferi superiori. L'evoluzione del cervello fece un salto quantico. In cima al bulbo rachideo e del sistema limbico la natura pose la neocorteccia, il cervello razionale.

Agli istinti, impulsi ed emozioni si aggiunse la capacità di pensare in forma astratta e più in la' dell'immediatezza del momento presente, di comprendere le relazioni globali esistenti, e di sviluppare un io cosciente e una complessa vita emozionale. La maggior parte del nostro pensare o pianificare, e del linguaggio, immaginazione, creatività e capacità di astrazione, proviene de questa regione cerebrale. I lobi prefrontali e frontali giocano un ruolo speciale nell'assimilazione neocorticale delle emozioni. In primo luogo, moderano le nostre reazioni emozionali, frenando i segnali del cervello limbico.
In secondo luogo, sviluppano piani di azione concreti per situazioni emozionali. Mentre l'amigdala del sistema limbico fornisce i primi aiuti in situazioni emozionali estreme, il lobo prefrontale si occupa della delicata coordinazione delle nostre emozioni.

Le principali aree coinvolte con le emozioni
Amigdala
Questa struttura ha la forma di due nocciole che si trovano nella regione anteroinferiore del lobo temporale. Si connette con l'ipotalamo, il nucleo settale, l'area prefrontale e il nucleo medio dorsale del talamo. Queste connessioni fanno si che l'amigdala compia una importante funzione nella mediazione e controllo delle attività affettive più importanti come amicizia, amore e affetto, nell'espressione degli stati d'animo, paura, ira e aggressività. La amigdala, essendo il centro della identificazione del pericolo, è fondamentale per la sopravvivenza.
Ippocampo
È particolarmente coinvolto con i fenomeni della memoria, specialmente con la formazione della memoria a lungo termine. Quando sono distrutti entrambi gli ippocampi, nulla può essere tenuto in memoria. Entrambi sono importanti percorsi che connettono al sistema limbico.
Talamo
L'importanza dei nuclei medio dorsali e anteriori del talamo sulla regolazione del comportamento emotivo non si deve al talamo stesso, ma alle connessioni tra questi nuclei con altre strutture del sistema limbico. Il nucleo medio dorsale ha connessioni con le zone corticali dell'area prefrontale e con l'ipotalamo.
Ipotalamo
Questa struttura ha ampie connessioni con le altre aree prosencefaliche e il mesencefalo. Le lesioni all'ipotalamo interferiscono con le funzioni vegetative e la regolazione termica, la sessualità, la fame e la sete. L'ipotalamo gioca anche un ruolo nelle emozioni. Per esempio, le sue parti laterali sembrano essere coinvolte con il piacere e l'ira. Tuttavia l'ipotalamo ha più attinenza con l'espressione delle emozioni che con la genesi degli stati affettivi.
Tronco encefalico
Il Tronco encefalico è la regione responsabile delle "reazioni emotive" (in realtà sono risposte riflesse) dei vertebrati inferiori, come rettili e anfibi. Le strutture coinvolte sono la formazione reticolare e il locus coeruleus. È importante sapere che, anche negli umani, queste strutture primitive rimangono attive, non solo come meccanismi di allerta, vitali per la sopravvivenza, ma anche per il mantenimento del ciclo del sonno.
Area Ventrale Tegmentale
Nell'area ventrale tegmentale, localizzata nella parte mesencefalica del tronco encefalico, c'è un gruppo compatto di neuroni che secernono dopamina ed i cui assoni terminano nel nucleo accumbens. La stimolazione elettrica di questi neuroni produce sensazioni piacevoli, alcune di essere similari all'orgasmo.
Septum
La regione settale si trova davanti al talamo. Dentro questa, si trovano i centri dell'orgasmo (quattro per le donne e uno per gli uomini). Questa area è stata associata alle diverse sensazioni piacevoli, maggiormente a quella orgasmica
Area prefrontale
Questa area comprende tutta la regione non­-motoria del lobo frontale. È particolarmente grande nell'uomo e in alcune specie di delfini. Non appartiene al circuito limbico tradizionale, ma le sue connessioni bidirezionali intense con talamo, amigdala e altre strutture sottocorticali spiegano il suo importante ruolo nella genesi e, specialmente, espressione degli stati affettivi. Quando si produce una lesione in questa area, la persona perde il suo senso di responsabilità sociale come anche la capacità di concentrazione e astrazione.
Riassunto : Home →→ Articoli → Le Emozioni
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
I contenuti del sito sono di libero utilizzo
CSS3 | HTML 5