Salta il menu

Attivazioni Biologiche
5 Leggi Biologiche e non solo!

Ritorno alla Bestia

Perla saggia:
I tre quarti delle malattie
delle persone intelligenti
provengono dalla loro intelligenza.

Marcel Proust

Pensando alle memorie, ai ricordi ed alle esperienze del passato, ci sono alcune cose che quando riaffiorano fanno male e sono relative, per lo più, alle separazioni, ai contatti perduti, a quelli franati sotto la rabbia che, come una spaventosa valanga, fa piazza pulita di tutti i sentimenti.
E così, pensando a cosa c'è ai piani superiori della nostra piramide personale, ho realizzato che in effetti la nostra vita non è altro che un costrutto politico che si appoggia su quello biologico puro e semplice. Talora questa struttura politica e così tanto prevalente e si infiltra così tanto nei piani biologici, che in caso di catastrofe, alla persona non rimane altro che vivere nel senso più minimalista e puro del termine.
Avviene un fenomeno particolare: invece di essere la vita biologica e infiltrare quella politica (sensibilità e percezione del proprio corpo), è quella politica che infiltra quella biologica (insensibilità e mancata percezione del proprio corpo).

La costruzione mentale

Talvolta la vita delle persone è così legata e dipendente da quella degli altri, che il loro vissuto non è di fatti il loro, ma di chi consente loro di rimanere in vita. La loro motivazione e la loro felicità dipendono da quella di altre o di un'altra persona a cui hanno consegnato il proprio sentito. Sono persone che non hanno mai vissuto in prima persona, forse vinte dalla paura della vita stessa. È come se avessero annientato la loro mente vivendo in affitto quella di qualcun altro di loro fiducia. O forse sono persone così evolute da aver trasferito la vita unicamente sul piano mentale, dimenticando o trascurando il piano fisico.
Se questa o queste persone di appoggio si perdono in modo brutale e doloroso, la mente presa in affitto da costoro cessa di esistere e alla persona dipendente non rimane altro che il corpo e il sentimento più basilare di tutti: la Paura.
Se gli eventi della vita annichiliscono la mente, non rimane altro che il corpo.
Spariscono le memorie, proprio per non dover soffrire oltre per la enorme, incommensurabile paura di vivere con le proprie forze. La vita di relazione finisce.
Muoiono al mondo perché non hanno più chi manteneva viva la loro mente in usucapione.

Anziano confuso e isolato

Vivono ugualmente, ma tornano alla bestia primordiale, quella più semplice di tutte, quella dell'endoderma. Vita di grande semplicità, unicamente protesa a preservare se stessa, la minor vita possibile.
Non c'è nemmeno più bisogno di un cervello superiore, basta quello rettiliano. Rimane solo mangiare, respirare, evacuare, riprodursi.
Un meccanismo naturale, brutale se vogliamo, ma nel quale si vede l'ancestralità della Natura più che in altri ambiti.

Batteri in un liquido

Nasci bestia...

Quando una nuova vita nasce nel grembo di una madre, non ci sono tante differenze tra un umano ed un gatto, se non unicamente sul piano morfologico.
Gli animali si tramandano le esperienze della propria specie, attraverso madre e padre; nell'umano si tramandano anche le vicissitudini politiche vissute dai propri avi.
Ogni animale, uomo compreso, trasmette la vita biologica con i suoi funzionamenti, i riflessi, gli allarmi, le pulsioni, i meccanismi di difesa, le caratteristiche morfologiche e comportamentali.
Nell'umano, a ciò si aggiunge la trasmissione di ciò che io chiamo "vita bio-politica", che consiste in tutto quel panorama di strutture sentimentali come:
  • affetto
  • agape
  • amicizia
  • ammirazione
  • amore
  • angoscia
  • compassione
  • devozione
  • dignità
  • dissenso
  • entusiasmo
  • fiducia
  • filantropia
  • frustrazione
  • gelosia
  • gratificazione
  • indifferenza
  • indignazione
  • invidia
  • lutto
  • malinconia
  • misandria
  • misantropia
  • misoginia
  • noia
  • nostalgia
  • odio
  • onore
  • orgoglio
  • pentimento
  • perdono
  • pietà
  • rabbia
  • riconoscenza
  • rivalsa
  • saudade
  • simpatia
  • stima
  • tristezza
  • vergogna

Queste connotazioni bio-politiche interagiscono con l'ambito biologico ricoprendo o mimando ognuna una funzione biologica, come se questo sentimento potesse portare nella mente ciò che sente la bestia. Ogni sentimento sembra indicare all'organismo la funzione da compiere se quel sentimento dovesse essere messo in crisi o estinto.
Dove finisce il sentimento, parte il corpo.
Se una gran parte di questi sentimenti viene messa in forte crisi, la struttura mentale crolla e rimane unicamente il corpo a mantenere la vita in senso stretto.
La situazione è così grave che, quasi con gentilezza e discrezione, la mente viene messa in stand-by per evitarle ulteriori sofferenze.

Lo spirito che si stacca dal corpo

È ormai noto che i programmi biologici sono straordinariamente affinati e meravigliosi...
...anche quando l'unica cosa rimasta da contemplare è la vita pura e semplice di una bestia.

Riassunto : Home →→ Articoli → Ritorno alla Bestia
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
I contenuti del sito sono di libero utilizzo
CSS3 | HTML 5