Salta il menu

La Natura non crea sfigati!
Nuova Medicina Germanica® e 5 Leggi Biologiche

Tabella di consultazione - Mesoderma antico

In questa tabella è presente un estratto del poster sulle relazioni psiche-cervello-organo del Dottor Hamer. In questo documento si tratta del solo foglietto mesodermico antico.
Per la prima volta viene inserito il concetto di lateralità e di correlazione incrociata tra emisferi cerebellari e strutture innervate. L'emisfero cerebellare destro innerva strutture poste a sinistra, mentre l'emisfero sinistro innerva strutture poste a destra nel corpo.

Da un punto di vista conflittuale, la lateralità è importante per capire le origini del conflitto.
Per un destrimane il lato destro del proprio corpo è in relazione con persone non dello stesso sangue (partner, amici, colleghi) o con persone dello stesso sangue ma parigrado (fratelli, sorelle, cugini, padre).
Il lato sinistro del corpo è in relazione con persone dello stesso sangue (madre e figli) o che la persona considera come figli.
Per un mancino è l'esatto contrario. Il lato destro del proprio corpo è in relazione con persone dello stesso sangue (madre e figli) o che la persona considera come figli.
Il lato sinistro del corpo è in relazione con persone non dello stesso sangue (partner, amici, colleghi) o con persone dello stesso sangue ma parigrado (fratelli, sorelle, cugini, padre).

Gli SBS delle strutture di derivazione mesodermica antica riconoscono conflitti legati all'attacco, alla violazione dell'integrità. I conflitti mesodermici antichi sono quelli legati alla difesa della propria struttura.
La fase di Conflitto Attivo (CA) è scarsamente sintomatica, mentre la fase di Post-ConflittoLisi (PCL) è quella dove si manifestano i sintomi, talora eclatanti.


Emisfero cerebellare sinistro
Attenzione! I Focolai di Hamer che compaiono in questo emisfero, coinvolgono strutture nell'emisoma destro del corpo
Emisfero cerebellare destro
Attenzione! I Focolai di Hamer che compaiono in questo emisfero, coinvolgono strutture nell'emisoma sinistro del corpo
Organo/
Tessuto
Conflitto Andamento "Malattie" Organo/
Tessuto
Conflitto Andamento "Malattie"
1 Aa sn
Corion emiparte dx
Conflitti di valore diverso:
  • Conflitto di attacco o insudiciamento
  • Conflitto di contaminazione o deturpamento
In fase CA proliferazione cellulare del corion in funzione di creare uno scudo protettivo
In fase PCL smantellamento dell'eccesso tissutale ad opera dei batteri e dei funghi
Melanoma, Herpes zoster, Acne, Comedoni
I melanomi amelanotici si sviluppano su cute libera da nei
1 Aa dx
Corion emiparte sn
Conflitti di valore diverso:
  • Conflitto di attacco o insudiciamento
  • Conflitto di contaminazione o deturpamento
In fase CA proliferazione cellulare del corion in funzione di creare uno scudo protettivo
In fase PCL smantellamento dell'eccesso tissutale ad opera dei batteri e dei funghi
Melanoma, Herpes zoster, Acne, Comedoni
I melanomi amelanotici si sviluppano su cute libera da nei
Nota di fisiologia: Il Corion è lo strato della cute posto inferiormente all'epidermide, di spessore variabile da 0.3 mm a 4 mm, costituito da tessuto connettivo riccamente vascolarizzato e innervato. Le funzioni del derma sono quelle di sostegno, vascolarizzazione per l'epidermide e quella di difesa e rigenerazione.
Serve come area di riserva di acqua ed elettroliti e contiene speciali recettori sensoriali, fibre muscolari, follicoli piliferi, molti vasi sanguigni, ghiandole sebacee e sudoripare. Ha un ruolo fondamentale nella termoregolazione mediante una ricca componente di anse capillari delle papille del derma.
Strati del derma:
Strato papillare: Fini fibre di collagene e fibre elastiche. Forma le creste che determinano le impronte digitali.
Strato reticolare: Dense fibre di collagene e fibre elastiche che rendono la pelle distensibile.
Accrescimento e riparazione:
Durante la riparazione di una ferita, i fibroblasti formano una massa densa di nuove fibre connettivali che se non vengono rimpiazzate da tessuto normale, formano la cicatrice.
Tratto da APPUNTI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA UMANA di Pierluigi Badon
Senso biologico: In fase CA per costituire uno scudo che protegga dall'aggressione esterna o dalla contaminazione
2 Aa sn
Neurofibroma emiparte dx del corpo
Conflitto del non volere il contatto
Conflitto dell'avere dolore
In fase CA accrescimento del tessuto neuroconnettivale (Eccezione!).
In fase PCL si può avere incistamento senza ulteriore fastidio, oppure colliquazione ad opera dei batteri
Cisti sebacee
2 Aa dx
Neurofibroma emiparte sn del corpo
Conflitto del non volere il contatto
Conflitto dell'avere dolore
In fase CA accrescimento del tessuto neuroconnettivale (Eccezione!).
In fase PCL si può avere incistamento senza ulteriore fastidio, oppure colliquazione ad opera dei batteri
Cisti sebacee
Senso biologico: In fase CA per opporre resistenza al contatto esterno ed al dolore derivante da esso.
3 Aa sn
Ghiandola mammaria dx
Nella destrimane: Conflitto di apprensione o disputa con il partner, o con parigrado.
Nella mancina: Conflitto di apprensione e disputa con madre o figli. Anche il conflitto del nido per cui la madre non può accudire ai suoi cuccioli
In fase CA proliferazione del tessuto ghiandolare e comparsa di nodulo intraparenchimale, al fine di produrre più latte.
In fase PCL fine della proliferazione e caseificazione del tessuto eccedente da parte di batteri. Altrimenti il tessuto rimane incistato senza altri fastidi
Cancro della mammella, Ascesso mammario
3 Aa dx
Ghiandola mammaria sn
Nella mancina: Conflitto di apprensione o disputa con il partner, o con parigrado.
Nella destrimane: Conflitto di apprensione e disputa con madre o figli. Anche il conflitto del nido per cui la madre non può accudire ai suoi cuccioli
In fase CA proliferazione del tessuto ghiandolare e comparsa di nodulo intraparenchimale, al fine di produrre più latte.
In fase PCL fine della proliferazione e caseificazione del tessuto eccedente da parte di batteri. Altrimenti il tessuto rimane incistato senza altri fastidi
Cancro della mammella, Ascesso mammario
Nota di fisiologia: La mammella umana è un organo ghiandolare pari, che nelle femmine secerne il latte. Si tratta di una struttura caratterizzante la classe dei mammiferi, in particolare gli euteri, l'unico gruppo con evidenti mammelle esterne, presenti peraltro anche nei metateri all'interno della sacca marsupiale. Nel genere umano l'organo femminile, oltre che strumento di nutrizione, a seguito dello sviluppo nel telarca, è anche una caratteristica sessuale secondaria nella donna e può essere visto anche nella sua valenza simbolica.
Più nel dettaglio, il tessuto mammario è composto da:
  • una componente ghiandolare, (15-20 lobi), ognuno dei quali ha uno sbocco verso il capezzolo attraverso un dotto galattoforo;
  • una componente adiposa, in cui sono inserite ed immerse le strutture ghiandolari;
  • una componente fibrosa di sostegno, che genera suddivisioni tra le diverse appendici ghiandolari.
Presso l'apice della mammella si trova il capezzolo, sporgenza esterna di forma conica, nella cui regione apicale presenta 15-20 forellini (pori lattiferi) che costituiscono lo sbocco dei dotti galattofori. Sia il capezzolo che l'areola sono dotati di fibre muscolari lisce che ne permettono la contrazione. La contrazione genera l'erezione del capezzolo ed il corrugamento dell'areola. Ciò permette, nel periodo dell'allattamento, un agevole deflusso del latte. Il latte è il nutrimento che, in seguito al parto, la madre fornisce al neonato. Il secreto della ghiandola mammaria è, inizialmente, una sostanza amarognola particolarmente ricca di proteine, detta colostro. Successivamente ha inizio la secrezione di latte vero e proprio.
I fasci fibrosi dell mammella si portano in profondità e dividono il parenchima ghiandolare in lobi e lobuli.
La mammella subisce notevoli modificazioni durante la gravidanza. Durante la prima metà della gravidanza la secrezione di Estrogeni e progestinici induce ipertrofia alveolare e sviluppo di tutti i componenti della mammella. L'areola, infatti, assume una colorazione più scura ed aumenta di diametro. Ciò è legato essenzialmente all'azione degli ormoni gonadotropi e, successivamente, dalla prolattina. La consistenza, poi, aumenta notevolmente in seguito al parto, dove l’ossitocina prodotta dall’ipotalamo induce la contrazione delle cellule mioepiteliali e quindi la secrezione di latte durante il periodo dell'allattamento.
Senso biologico: In fase CA aumentare la produzione di latte e accudire il cucciolo e l'individuo sofferente
4 Aa sn
Pericardio emiparte dx
Conflitto di attacco al cuore, vero o virtuale In fase CA proliferazione del tessuto pericardico (in funzione di creare uno scudo protettivo), che può essere "spalmato" sulla superficie, oppure apparire in forma di noduli compatti.
In fase PCL smantelllamento dei noduli tissutali ad opera dei batteri e formazione di abbondante liquido che ha funzioni antiaderenziali
Mesotelioma pericardico, Pericardite, tamponamento cardiaco, versamento pericardico
4 Aa dx
Pericardio emiparte sn
Conflitto di attacco al cuore, vero o virtuale In fase CA proliferazione del tessuto pericardico (in funzione di creare uno scudo protettivo), che può essere "spalmato" sulla superficie, oppure apparire in forma di noduli compatti.
In fase PCL smantelllamento dei noduli tissutali ad opera dei batteri e formazione di abbondante liquido che ha funzioni antiaderenziali
Mesotelioma pericardico, Pericardite, tamponamento cardiaco, versamento pericardico
Nota di fisiologia: Il cuore possiede un suo involucro costituito da un ampio sacco chiamato pericardio costituito da una parte fibrosa ed una seriosa la prima costituita da tessuto connettivo bianco spesso delimitato al suo interno da una membrana liscia e umida (il foglietto parietale del pericardio stesso). Lo stesso tipo di membrana riveste il cuore internamente ed è conosciuta come foglietto viscerale, il secondo ricopre bassamente il cuore, con uno spazio limitato tra il foglietto viscerale e parietale (spazio pericardio).
Struttura del pericardio
- Pericardio fibroso:
Ampio sacco connettivale che circonda il cuore
- Pericardio sieroso:
Costituito da due strati:
- Foglietto parietale: Delimitante la superficie interna del pericardio fibroso
- Foglietto viscerale: Aderente alla superficie esterna del muscolo cardiaco.
Fra i foglietti viscerale e parietale vi è uno spazio virtuale, lo spazio pericardio che contiene una piccola quantità di liquido pericardio.
Tratto da APPUNTI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA UMANA di Pierluigi Badon
Senso biologico: In fase CA per opporre uno scudo che protegga il cuore da attacchi esterni
5 Aa sn
Pleura dx
Conflitto di attacco (vero o virtuale) al torace ed al suo contenuto In fase CA proliferazione del tessuto pleurico (in funzione di creare uno scudo protettivo), che può essere "spalmato" sulla superficie, oppure apparire in forma di noduli compatti sulla pleura viscerale e/o su quella parietale
In fase PCL smantelllamento dei noduli tissutali ad opera dei batteri e formazione di abbondante liquido che ha funzioni antiaderenziali
Il quadro sindromico peggiora sensibilmente in presenza di sindrome del profugo, che aumenta il quantitativo del versamento e relativa dispnea
Mesotelioma pleurico, idrotorace, empiema pleurico, versamento pleurico, pleurite
5 Aa dx
Pleura sn
Conflitto di attacco (vero o virtuale) al torace ed al suo contenuto In fase CA proliferazione del tessuto pleurico (in funzione di creare uno scudo protettivo), che può essere "spalmato" sulla superficie, oppure apparire in forma di noduli compatti sulla pleura viscerale e/o su quella parietale
In fase PCL smantelllamento dei noduli tissutali ad opera dei batteri e formazione di abbondante liquido che ha funzioni antiaderenziali
Il quadro sindromico peggiora sensibilmente in presenza di sindrome del profugo, che aumenta il quantitativo del versamento e relativa dispnea
Mesotelioma pleurico, idrotorace, empiema pleurico, versamento pleurico, pleurite
Nota di fisiologia: Le pleure sono due membrane sierose che avvolgono i polmoni, si distinguono in pleura viscerale e pleura parietale e sono del tutto indipendenti fra loro, anche se vengono a contatto dietro allo sterno.
La pleura viscerale è una membrana sottile e trasparente che aderisce intimamente alla superficie del polmone e si ripiega su se stessa a livello dell'ilo polmonare (l'area in cui risiedono i grossi vasi provenienti e diretti al cuore e il bronco principale), continuando così nella pleura parietale.
La pleura parietale può essere divisa in tre parti: una parte costale, una mediastinica e una diaframmatica.
La parte costale è spessa e resistente e si mette in rapporto, attraverso la fascia endotoracica, ai muscoli del torace.
La parte mediastinica è una membrana sottile e trasparente e la parte diaframmatica è una membrana che aderisce intimamente al diaframma.
All'interno del sacco pleurico è presente una pressione negativa, il che fa si che quando il diaframma si abbassa e la gabbia toracica si espande, i polmoni vengono trazionati verso l'esterno permettendo all'aria di entrare.
Tratto da APPUNTI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA UMANA di Pierluigi Badon
Senso biologico: In fase CA per opporre uno scudo protettivo che salvaguardi i polmoni da attcchi esterni.
6 Aa sn
Peritoneo emiparte dx
Conflitto di attacco (vero o virtuale) all'addome ed al suo contenuto In fase CA proliferazione del tessuto peritoneale (in funzione di creare uno scudo protettivo), che può essere "spalmato" sulla superficie, oppure apparire in forma di noduli compatti sulla superficie peritoneale viscerale e/o su quella parietale
In fase PCL smantelllamento dei noduli tissutali ad opera dei batteri e formazione di abbondante liquido che ha funzioni antiaderenziali
Il quadro sindromico peggiora sensibilmente in presenza di sindrome del profugo, che aumenta il quantitativo del versamento e relativa sintomatologia
Ascite, peritonite
6 Aa dx
Peritoneo emiparte sn
Conflitto di attacco (vero o virtuale) all'addome ed al suo contenuto In fase CA proliferazione del tessuto peritoneale (in funzione di creare uno scudo protettivo), che può essere "spalmato" sulla superficie, oppure apparire in forma di noduli compatti sulla superficie peritoneale viscerale e/o su quella parietale
In fase PCL smantelllamento dei noduli tissutali ad opera dei batteri e formazione di abbondante liquido che ha funzioni antiaderenziali
Il quadro sindromico peggiora sensibilmente in presenza di sindrome del profugo, che aumenta il quantitativo del versamento e relativa sintomatologia
Ascite, peritonite
Nota di fisiologia: Il peritoneo è una membrana sierosa che ricopre tutta la superficie della cavità addominale e la superficie dei visceri che si trovano all'interno di questa cavità.
Se ne distingue una parte parietale, ovvero adesa alle pareti interne della cavità addominale ed una parte viscerale che invece è adesa alla superficie degli organi e dei visceri.
La cavità peritoneale è una cavità virtuale. Le funzioni peritoneali sono quelle di proteggere i visceri e le pareti addominali interne e il liquido normalmente prodotto permette ai visceri di muoversi liberamente rispetto alle pareti addominali. Non tutte le strutture endoaddominali sono avvolte da peritoneo. Alcuni organi sono parzialmente endoperitoneali, altri sono extraperitoneali come i reni, il pancreas, la vescica, l'aorta, la vena cava, i surreni.
Senso biologico: In fase CA per opporre uno scudo protettivo a favore degli organi addominali che vengono così protetti da attacchi esterni
7 Aa sn
Grande omento emiparte dx
Conflitto ripugnante relativo al ventre. In fase CA proliferazione di tessuto peritoneale a funzioni escretorie o assorbenti.
In fase PCL caseificazione dei noduli e produzione di versamento peritoneale. Residuano aderenze peritoneali
Peritoniti, versamenti peritoneali, sindromi aderenziali
7 Aa dx
Grande omento emiparte sn
Conflitto ripugnante relativo al ventre. In fase CA proliferazione di tessuto peritoneale a funzioni escretorie o assorbenti.
In fase PCL caseificazione dei noduli e produzione di versamento peritoneale. Residuano aderenze peritoneali
Peritoniti, versamenti peritoneali, sindromi aderenziali
Senso biologico: In fase CA per migliorare la qualità assorbente ed espellente del grande omento

La Natura non crea sfigati
Testo divulgativo che tratta della Medicina di Hamer, la famosa e assurdamente contestata Medicina Biologica. Il potere della Natura di mantenere in vita i propri figli, svelato in un'opera leggera, breve, chiara ed alla portata di tutti.
Acquista >
Riassunto : Home → Tabella di consultazione - Mesoderma antico
Utilità : Torna in alto
Aiuto | Info | Contatti
Sito web divulgativo, nessun diritto riservato.
I contenuti del sito sono di libero utilizzo
CSS3 | HTML 5